Spettacoli per bimbi e ragazzi - Storie dello Spaventapasseri

Storie dello spaventapasseri
...fascino, memorie, ricchezza e povertà del tempo che fu...
anno:
1998

Con:
Carlo De Poi
Paola Perin

 

Materiali scenografici e sculture animate della S'cios Art di Antonio Catalano

 

Progetto e ideazione di:

Paola Bortoluzzi, Antonio Catalano, Carlo De Poi e Paola Perin

 

Regia:
Carlo De Poi

Presentazione:

...un narratore racconta una storia e intanto dalle sue mani prendono vita curiosi personaggi  dallo strano aspetto, costruiti con materiali poveri, semplici pezzi di legno scartati dalla produzione industriale.

Il fluire della narrazione rende visibile ciò che non si vede, trasforma in verità il frutto dell'immaginazione , porta lo spettatore-bambino a partecipare con emozione ed allegria alle vicende di improbabili esseri umani ed animali  inesistenti, creati dalla sensibilità e dalla poesia di quello straordinario artista che è Antonio Catalano.

Vengono raccontate  tre storie tratte dalla tradizione popolare:

"I tre orsi" è una fiaba popolare inglese, "Il gallo e la gallina" è una fiaba popolare italiana; entrambe giocano sull'elemento ripetitivo che tanto piace ai bambini perchè dà loro la sicurezza del già conosciuto.

La terza storia , "Al Barba Zucòl",   è una fiaba popolare del trevigiano-bellunese; viene raccontata in dialetto veneto, facendo riferimento alla versione curata da Vittorino Pianca nel libro "Il Paese delle Fiabe" Ed. Kellermann.

La narrazione è accompagnata da una colonna sonora composta da suoni e rumori prodotti in diretta da un personaggio-musicista che descrive con i diversi timbri, altezze, volumi, ritmi e  melodie,  i caratteri e le azioni dei personaggi e sottolinea i momenti più emozionanti delle storie.

Lo spettacolo, per bambini di scuola materna e elementare, è adatto anche ad un pubblico misto (bambini-adulti) per i diversi piani di lettura che è in grado di offrire.

Scheda tecnica

Durata: 1 ora. Spazio scenico minimo in teatro  mt.  6 x 4
Carico elettrico in teatro: Kw 4, quadratura nera
Lo spettacolo può essere rappresentato anche in spazi non teatrali (cortili, palestre, scuole…). Spazio scenico minimo (meglio se rialzato) mt. 4x3