Date Spettacoli

Event 

Title:
Fila, fila filandèra
When:
29.09.2013 17.30 h
Where:
Teatro Da Ponte - Vittorio Veneto
Categoria:
Spettacoli

Description

Collettivo di Ricerca Teatrale

 

fila fila filandèra

spettacolo teatrale

con Giacomo Bizzai, Antonella Bolzonello, Stefania Mazzocut

testo e messa in scena Carlo De Poi

La trama

Siamo alla fine degli anni '40 del secolo scorso. A Judita e Merita, due “filandère” di un'imprecisata filanda dell'alto Trevigiano, il “paron” Angelino dà uno strano incarico: allestire il museo della filanda... Un museo? E perché?

Il fatto è che, all'insaputa o quasi delle nostre protagoniste, sta avvenendo un “passaggio epocale” ed il museo serve a preservare le “orme del passato”.

Per “el sior Angelino” dovrebbero essere Merita  e  Judita, testimoni viventi, ad illustrare ai futuri visitatori del museo come si svolge il lavoro nell'opificio. Ad aiutarle nel compito è previsto un monaco, a sua volta particolare... Solo che...

 

Il tema e i linguaggi

All'interno di una scenografia essenziale, se non surreale, in forma ironica, a volte addirittura grottesca, ma allo stesso tempo tenera e drammatica, lo spettacolo racconta della chiusura di una filanda dell'Alto Trevigiano.

I protagonisti sono due “filandère” e “el paronzin”, quest'ultimo sì consapevole del mutamento  in atto e della probabile fine di quel mondo.

La storia messa in scena è di pura fantasia ed i personaggi assolutamente inventati, ma i riferimenti storici e sociali sono sostanzialmente corretti.

Nel testo vengono usati l'italiano e le parlate dei paesi dell'alto trevigiano,  spesso così vicine e allo stesso tempo diverse.

Un omaggio

Lo spettacolo vuole essere un omaggio al perduto mondo della filanda, inferno-paradiso per le tante donne, che ci lavorarono. La filanda, infatti, da un lato rappresentò la possibilità, per le classi più povere, di portare un piccolo, ma fondamentale, contributo economico alla sopravvivenza delle famiglie rurali; dall'altro, per le donne, una vita passata nell'umido, con le mani nell'acqua bollente, nel puzzo dei “bigat”, in condizioni spesso umilianti...

Questo mondo scricchiola alla fine degli anni quaranta, dato che prendono sopravvento le fibre sintetiche e la seta viene prodotta a costi inferiori in altre parti del mondo; in meno di vent'anni si spegnerà definitivamente.

 

Il contesto

Lo spettacolo nasce da una ricerca stimolata dalla Direzione della Coop Fenderl, che attualmente gestisce il Museo del Baco da Seta di Vittorio Veneto(*), al fine di dare un contributo alla conoscenza ed alla valorizzazione del Museo stesso quale luogo della memoria.

La ricerca, durata circa un anno, si è sviluppata ed ampliata anche grazie alla collaborazione con lo SPI CGIL di Vittorio Veneto che, nel marzo 2013, ha tra l'altro organizzato un Convegno sulle filande e sui lanifici a Vittorio Veneto con la presenza di numerose ex lavoratrici.

Venue

Luogo:
Teatro Da Ponte
Street:
Vittorio Veneto
City:
Vittorio Veneto

Description

Sorry, no description available